Miriam Troianiello - miodottore.it

Valutazione neuropsicologica e psicodiagnostica

La VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA E PSICODIAGNOSTICA consiste nella rilevazione, lettura ed interpretazione di informazioni e dati comportamentali, neuropsicologici, cognitivi, emotivi-affettivi utili per la diagnosi differenziale del soggetto al fine di contribuire alla diagnosi medica, pianificare un intervento riabilitativo, ed effettuare monitoraggi nel tempo per valutare l’efficacia del trattamento.

Per i bambini, sono previsti colloqui con i genitori e adulti di riferimento, come gli insegnanti, per effettuare un’accurata raccolta anamnestica e orientare successivamente una valutazione più specifica sul bambino attraverso osservazione libera, giochi, e test adatti ad ogni età, con l’intento capire meglio come funziona il bambino o l’adolescente, delineando in questo modo i suoi punti di forza e suoi punti di debolezza.

In particolare, la valutazione dell’età evolutiva prevede un primo incontro di raccolta anamnestica con il medico neuropsichiatra infantile o con la psicologa, affinchè siano meglio orientate le valutazioni testologiche più specifiche (logopedica, neuropsicomotoria, psicologica). Tutto nel rispetto del minore e della sua famiglia, in un clima sereno, famigliare e professionale. Invece per gli adulti è possibile effettuare una valutazione per identificare un disturbo, oppure ottenere un semplice approfondimento, degli aspetti sulla personalità e/o le dinamiche interpersonali. A tale scopo è presente personale specializzato che attraverso colloqui clinici e la somministrazione del Test Rorschach è in grado di delineare un profilo per attitudini e un profilo per la personalità.

La natura e la durata degli incontri di valutazione è variabile in relazione al singolo bisogno. L’iter valutativo si conclude con un incontro finale di restituzione in cui i professionisti dell’equipe multidisciplinare coinvolti discutono insieme ai genitori quanto rilevato dalle osservazioni strutturate e non, definiscono le ipotesi diagnostiche con le relative indicazioni di trattamento specifico e/o forniscono le strategie migliori per il benessere psicofisico.

Mentre cerchiamo di insegnare ai nostri figli tutto sulla vita,
i nostri figli ci insegnano che la vita è tutto.
(Angela Schwindt)